Oggi, in questo preciso istante, il linguaggio sta perdendo la sua base concreta – in altre parole, la sua realtà – per galleggiare nello spazio. In quanto fotografi, dobbiamo catturare con il nostro proprio sguardo dei frammenti di questa realtà che non può essere colta dal linguaggio e dobbiamo attivamente produrre dei materiali visvi capaci di suscitare linguaggio ed idee. Per questo motivo, siamo stati così audaci da dare a Provoke, il sottotitolo « materiali provocanti per il pensiero ».
~ Manifesto Provoke 1

d061e4c55030729078b2e997eeeeab65

« Provoke 1 », 1968

Seguito →