in vendita l’ultima edizione del “libro imbullonato” di Depero

Grazie al successo della campagna di crowdfunding che ha raccolto oltre 250.000$, il celebre e rarissimo libro imbullonato del futurista Fortunato Depero è stato ristampato.
Il volume sarà distribuito a partire da luglio 2017 a tutti quelli che l’hanno acquistato attraverso il crowdfunding, ma fino al 28 febbraio è anche possibile ordinarne qualche copia online.

528bf776196ecf3a27760307cab61e37 Continua a leggere “in vendita l’ultima edizione del “libro imbullonato” di Depero”

l’ultima collezione di valentino ispirata al rinascimento

il-sogno-di-santa-ursula

«Il sogno di Santa Ursula», Vittore Carpaccio

La blogger sudafricana Miss Moss, ha unito moda e arte attraverso questi collages fatti a partire da quadri di Botticelli, Da Vinci … con gli ultimi capi della nuova collezione Valentino. La rappresentazione della femminilità marca la nuova era dell’emblematica firma.

Pierpaolo Piccioli, unico direttore creativo, stupisce con questa nuova proposta per la linea primavera-estate 2017. Il risultato : un mix grandioso di storicismo, tecnica italiana e visione fantastica.

leda-e-il-cigno-leonardo-da-vinci

« Leda e il cigno », Leonardo Da Vinci

I collages mostrano le similitudini tra i vestiti e le opere rinascimentali, che sono state di grande ispirazione per Piccioli per disegnare questa collezione decisiva.

Senza perdere di vista l’essenza dell’emblematica firma, Piccioli ha creato questa collezione piena di simboli e storia, con la collaborazione della disegnatrice Zandra Rhodes, che è stata incaricata di ricreare queste favolose stampe.

le-sorelle-karl-wilhelmson

« Le sorelle », Carl Wilhelmson

Anteprima, Replay @ Expescheria

REPLAY ‹rìiplei› s. ingl. [dal v. (to) replay «giocare, o rappresentare, di nuovo», 
comp. di re- e (to) play «giocare»] o meglio ancora: “RIPETERE”.

118557cf2a7ea03d5e346a5213a372b2

Sonia Andreani, « Evolution street », 2016
Fotografia digitale, stampa su tela, cm 100×70

L’ex pescheria di Giarre (tra Catania e Taormina), suggestiva riconversione industriale, ospiterà a breve (25/11) la mostra « Replay » di Benedetta Spagnuolo, in collaborazione con « Identità Contemporanee ». In quest’architettura a vetrate ripetute, vi sarà un esposizione collettiva, organizzata e raccolta sul tema del replay appunto, inteso come il ripetersi patologico.

Ciò che rimane privo di spiegazione è sufficiente a legittimare l’ipotesi di una coazione a ripetere, che ci pare più originaria, più elementare, più pulsionale di quel principio di piacere di cui non tiene alcun conto.

~ Sigmud Freud, « Al di là del principio di piacere », 1920

Il ripetersi conformista di un quotidiano generico e collettivo, funge da stimolo per nuove rappresentazioni.
Partendo dalla psicoanalisi e mettendo l’accento sul lato concettuale della sua curatela, Benedetta Spagnuolo propone l’arte come uscita d’emergenza alla ripetitività esistenziale.
Le opere esposte e le performances in programma, dialogano tra loro su questo leitmotiv, fornendo di volta in volta delle nuove interpretazioni introspettive, analizzando il rapporto fragile e precario tra l’io, e la realtà quotidiana in divenire. L’arte diviene allora possibilità di rendenzione ultima.

d4a003c1c6920f8ce995785ec5bbb113

Guendalina Urbani, « Immobile Atto Di Attesa », 2015
Installazione, Tagliola 20 x 25 cm + uovo in legno

La presa ferma, apparentemente brutale, fa parte dell’immagine della salvezza.

~ Walter Benjamin, « Parco Centrale », in « Angelus Novus », Einaudi, Torino, 1995, p.139